fbpx

Fiamme Oro Atletica: chiudo un capitolo durato 9 anni

Chiusura di un capitolo importante: dopo 9 anni finisce la collaborazione di Silvia Rizzi con le Fiamme Oro Atletica

Fiamme Oro Atletica: chiudo un capitolo durato 9 anni, un capitolo importante.
Una mia scelta professionale significativa e commovente.
Il coraggio si manifesta non solo nel guidare, nel restare solidi e imperturbabili nelle sfide, ma anche nel saper cedere il passo, quando è il momento giusto, permettendo a nuove rotte di prendere forma.

Nove anni di collaborazione

Dopo quasi un decennio di collaborazione con le Fiamme Oro Atletica, il mio percorso come Psicologa dello sport ufficiale ha trovato un punto di repere. Essere stata parte di un team di visionari che hanno introdotto e creduto nel potere dell’allenamento mentale nel Gruppo Sportivo della Polizia di Stato dell’Atletica Leggera è stato un onore e un privilegio.

Integrare l’allenamento mentale come chiave della performance atletica 9 anni fa è stato un passo innovativo e audace. Insieme, abbiamo affrontato pregiudizi e lavorato per dimostrare che la mente è una risorsa cruciale, spesso trascurata, che può fare la differenza sul campo.

Ora lascio questo Gruppo Sportivo Militare cremisi consapevole che la semina di nuove idee e di un approccio più completo alla preparazione atletica è radicata solidamente.

Ciò che abbiamo fatto insieme

Il lavoro svolto insieme ha gettato le basi per un approccio vincente allo sport, dove mente e corpo sono trattati come un tutt’uno, una filosofia che spero continuerà a crescere e a portare evoluzioni.

Questo passaggio non è solo la fine di un capitolo, ma anche l’inizio di nuove opportunità: sia per il team che per me.

Il lasciare spazio al nuovo è un atto di fiducia nel futuro e nella capacità di continuare a innovare e migliorare.

La mia gratitudine va a tutti coloro che hanno condiviso questo viaggio con me: atleti della Prima Squadra, allenatori, genitori del settore giovanile e Dirigenti. Sono fiera di aver fatto parte del Cuore Cremisi dell’Atletica Italiana che ha abbracciato il cambiamento e ha lavorato incessantemente per migliorare le performance sportive e la crescita etica attraverso l’allenamento della mente.

Ho scelto di raccontarlo

Ho deciso di comunicare pubblicamente la mia scelta con questo articolo del mio blog perché, negli anni, ho notato una tendenza che è quasi una moda consolidata: siamo tutti ben allenati a parlare di ciò che accade agli altri e ad avere cose da dire o ridire, soprattutto quando cambiano collaborazioni consolidate.

Parafrasando un concetto di Paolo Borzacchiello, dico che “capita che parlino di te, anche male ed è inevitabile. Infatti ci sarà sempre qualcuno che parla male di te, qualsiasi cosa tu faccia e, anche, qualsiasi cosa tu non faccia. Giudicheranno, e persino inventeranno cose che non esistono.
Non solo: qualsiasi cosa tu faccia, per qualcuno avrai fatto bene e per qualcuno no e troverai sempre qualcuno che dirà “io al posto suo avrei fatto così” (e lo dirà ovviamente, dal divano di casa sua, mentre tu stai facendo altro)”. 

Per agevolare il pensiero e la libera interpretazione allego a questo articolo (clicca qui) la mia lettera di saluto agli atleti della Prima Squadra e agli allenatori perché arrivino anche a chi magari non sono arrivate e perché le parole che ho scelto indicano proprio dove voglio andare.

La foto all’inizio di questo articolo è del 2014. E’ stata fatta durante il primo workshop di allenamento mentale. Sono presenti molti atleti che cito nella lettera di saluto e che oggi hanno preso altre strade, e anche i allora giovanissimi Massimo Stano e Marcell Jacobs, diventati Ori Olimpici a Tokyo 2020.

Condivido la citazione che dice: “le parole che usi dicono da dove vieni e le parole che scegli dicono dove vuoi andare”.
In questa fine 2023 scelgo il coraggio che si manifesta anche nel saper salutare e augurare il meglio per il proseguimento delle nostre strade.

Le Fiamme Oro Atletica rimarranno sempre una collaborazione fondamentale nella mia carriera e nella mia esperienza
come Psicologa dello sport.
E il mio cuore sarà sempre #uncuorecremisi

Categorie

Tag

Condividi:

Twitter
LinkedIn
Facebook
WhatsApp
Email